Isla de la Graciosa..Lanzarote


Isola della Graciosa

Sesto giorno.. Isla de la Graciosa

Preparativi

-Mi alzo leggermente più tardi degli altri giorni,ma comunque abbastanza presto e sempre per prima.. Vedo Ana che sta pulendo la stanza di Giulietta e ho quindi la certezza che sia partita,speravo quasi in un ripensamento dell’ultimo minuto..Facciamo colazione quindi ci mettiamo in movimento. .Oggi si va a l’isla de la Graciosa

Imbarco

-Raggiungiamo Orzola,nel nord , dell’isola.. I parcheggi sono gratuiti e in alcuni posti riservati per chi si imbarca verso l’isla de la Graciosa.. E’ il nostro caso e infatti , dopo poco siamo sul battello che porta alla piccola isola..Il primo tratto di mare , come avevo letto sulla guida , è sempre piuttosto agitato , ma senza problemi raggiungiamo,passando accanto a due alti faraglioni , la zona più tranquilla e , in circa 25 minuti , siamo a destinazione..

Primo impatto

Mare d’incanto
Il centro abitato

-Il piccolo borgo , con vie sabbiose è carino , con una bella spiaggia di sabbia e un mare cristallino, ma noi vogliamo raggiungere la playa de Conchas dall’ altra parte dell’isola per cui ci mettiamo subito in cammino.Portarsi acqua e cibo è necessario tenendo conto che l’unico posto dove si possono comprare sull’isola è il porto dove si sbarca..Si affittano biciclette e c’è la possibilità di farsi portare con auto 4×4,ma non è così che ci muoviamo noi..

In cammino

Sguardo in libertà

-La parte centrale , pianeggiante e polverosa passa fra due coni vulcanici , ma non è molto piacevole , anche per il vento e il caldo.. Quando arriviamo al mare ,sull’altro versante , dopo circa un’ora di cammino , ci fermiamo a mangiare ammirando le coste e poi continuiamo verso l’alto vulcano di fronte a noi.. Qualche altra piccola isola si alza come miraggio fra le onde dell’oceano.. Raggiungiamo la zona in cui la sabbia si spinge fin fra la vegetazione creando dune dorate.. Bellissimo..

Fra le dune

Alla meta

I ricordi non si cancelleranno
Playa Conchas

-Eccoci quindi alla spiaggia ,un vero incanto.. Poche persone , qualcuna che azzarda un bagno , nonostante le onde e soprattutto la forte risacca , io tiro su i jeans , levo le scarpe e mi lascio rigenerare dal fresco dell’ acqua.. Che pace , sembra di essere in un universo parallelo dove l’armonia regna sovrana..

Intorno al vulcano

Un volto di pietra ci osserva
Vista su l’isla de montagna Clara

-Saliamo un piccolo pendio e siamo ai piedi del vulcano.. Un sentiero pianeggiante  consente di girargli tutt’attorno.. Mi mancano gli aggettivi , bello , bello , bello.. Finito il periplo tagliamo per la bassa vegetazione per risparmiarci un po’ di strada..

Strada di ritorno

Strada di ritorno
Natura a perdita d’occhio

-A questo punto mio fratello si fa prendere un po’ la mano.. Son circa le 15,20 e decide di tagliare fuori dai sentieri battuti per arrivare ad osservare anche l’altro lato dell’isola , passando in esterno , rispetto all’andata.. Considerando che non sappiamo quanta e come sarà la strada e che l’ultimo rientro dei battelli è alle 17.30 è un’ po’ un azzardo , ma freddo non fa , mal che vada dormiremo buttati da qualche parte.. Non mi preoccupo più di tanto.. Patisco , invece il caldo , il peso della borsa e la sua andatura , troppo rapida per me.. Ma non mi perplimo nemmeno quando lui mi lascia indietro..

-L’ultimo tratto , di nuovo sul sentiero ufficiale è molto bello anche se essendo in salita mi toglie le ultime forze.. Incredibilmente alle 16.30 siamo nella piazza da cui ci si imbarca.. Non so quanta strada abbiamo fatto , ma suppongo parecchia.. Peccato non aver avuto il tempo per la zona occidentale dell’isola , ma era , credo , umanamente impossibile con il tempo che avevamo a disposizione.. Riprendo fiato..

Rientro

Faraglioni

-Imbarco e rientro.. A casa sta sera è l’opposto di ieri.. tutto tace .. Robo e Douce , i ragazzi con cui abbiamo fatto festa ieri , hanno occupato la stanza che era di Giulietta e sono già in camera.. Nell’altra una ragazza , credo slovena , che intravvediamo appena.. Sta sera cucino io.. L’atmosfera è un po’ mesta e andiamo a letto abbastanza presto.. Domani si va a Fuerteventura..