Monet a Bordighera e Dolceacqua

Mostra ” Monet ,ritorno in riviera “

Dopo 135 anni dal primo viaggio di Monet nella nostra riviera sono esposte tre tele del celebre pittore , fino al 31 luglio , raffiguranti queste due località. Titolo della mostra ” Monet , ritorno in riviera “.

Sedi espositive

-A Bordighera sarà visibile un suo quadro nella prestigiosa sede espositiva di villa Regina Margherita riaperta proprio per l’occasione . La tela , proveniente da Parigi ( Musèe Marmottan Monet ) , è infatti inserita all’ interno di una mostra dedicata ai pittori dell’ottocento che qui han trovato ispirazione per il loro lavoro . E’ un ottima occasione per ammirare questa splendida villa ricca di tesori purtroppo difficilmente visibili . Bellissimi anche la vista dalla sua terrazza e il giardino che la circonda .

A Dolceacqua le altre due tele visibili invece all’interno del non meno interessante castello che domina il borgo . Una proveniente anch’essa da Parigi ( Musèe Marmottan Monet ) , l’altra dalla collezione privata del principe Alberto di Monaco .

Prezzi e orari

Le sedi espositive saranno visitabili entrambe con un unico biglietto del costo di 9 euro . Ridotti a 7 euro ( gruppi superiori alle 15 persone e convenzionati ) . Gratuito ( per i minori di 14 anni , giornalisti accreditati , guide turistiche nell’esercizio del loro lavoro ) . Per i residenti nelle due località sarà acquistabile la Monet Card al costo di 9 euro che consentirà ingressi illimitati per tutto il periodo della mostra e lo sconto del 10% sul catalogo.

Sarà visitabile tutti i giorni , appunto fino al 31 luglio , dalle 10.30 alle 18.00. Dal 15 giugno alla conclusione della mostra l’orario di chiusura sarà prorogato alle 19.30 . La biglietteria chiuderà mezz’ora prima dell’orario di chiusura


Cos’altro vedere a Bordighera

Se vi siete decisi a venire a Bordighera per visitare la mostra dedicata a Monet vi consiglio di non perdervi alcune altre bellezze della cittadina . Arrivando da Sanremo si può vedere , sulla destra , villa Garnier storica dimora dell’ architetto . Visite guidate a pagamento . Altra cosa da non perdere è un giro per il bel borgo di Bordighera alta che fra i suoi vicoli conserva tutto il fascino degli antichi paesini liguri . Uno dei meglio conservati della zona .


Alberi monumentali

Ci sono alcuni alberi monumentali davvero maestosi che se vi piace il genere non vanno assolutamente persi . Il primo che vi consiglio è il pino delle Canarie più alto d’Europa fuori dalle Canarie stesse . Si trova nel giardino Schiva in via Romana 19 .

Vi sono poi gli incredibili ficus .Veramente possente quello vicino al parcheggio principale di Bordighera alta . Sotto questo gigante d’estate viene allestito il palco su cui si esibiscono gruppi musicali davvero bravissimi nell’ambito della rassegna Touscouleurs . Un altro meraviglioso esemplare di ficus si può ammirare all’ingresso preziosa biblioteca-museo Bicknell le cui radici hanno inglobato una palma . Li c’è anche uno splendido glicine che quando è fiorito è un vero spettacolo..

Andando verso Bordighera ,venendo da Sanremo , sulla destra c’è il giardino esotico Pallanca al cui interno ci sono più di tremila diverse specie di piante succulente.